Seleziona una pagina

Con oltre 4000 anni di tradizione alle spalle, il tè verde è una delle bevande più consumate al mondo anche per le sue tante proprietà, ad esempio contro ansia e stress.

Come tutti i tipi di tè, anche il tè verde si ricava dalle foglie della Camellia Thea Sinensis, una pianta sempreverde originaria della Cina dalle foglie allungate e dentate, capace di resistere a temperature molto basse e di vivere anche 100 anni.

Il tè verde si ricava dalle foglie della Camellia Sinensis essiccate subito dopo la raccolta, a differenza del tè nero, per ottenere il quale le foglie sono dapprima fatte fermentare e, successivamente, poste ad essiccazione tramite una corrente d’aria calda. Il processo di lavorazione del tè verde, rispetto alla variante nera, provoca la disattivazione degli enzimi ossidanti, preserva i polifenoli antiossidanti e riduce drasticamente la quantità di caffeina.

the verde proprietà e benefici

>> Clicca qui per scoprire come puoi risolvere la tua ansia

Tè verde: proprietà, benefici e controindicazioni

Sono numerose le sostanze benefiche contenute nel tè verde: polifenoli, catechine, bioflavonoidi, tannini, minerali e vitamine, tra le altre.

Nella sua composizione è presente anche caffeina, la cui azione eccitante è però contrastata dalla L-teanina: un amminoacido di cui è ricco il tè verde, in grado di esercitare un’azione rilassante, sedativa e ansiolitica senza, però, provocare sonnolenza o cali di attenzione.

Le proprietà anti ansia della teanina sono riconducibili alla capacità dell’amminoacido di essere assorbito rapidamente a livello intestinale, incrementando la produzione di GABA, (acido gamma-amminobutirrico), un neurotrasmettitore inibitore che favorisce il rilassamento. Questo è infatti il principio di funzionamento di molti farmaci sedativi, quali miorilassanti o anticonvulsivanti.

La teanina stimola, inoltre, il rilascio di dopamina e serotonina, neurotrasmettitori che, per le loro funzioni, sono anche noti come gli ormoni dell’umore o ormoni della felicità.

The verde kukicha

Il contenuto di caffeina, seppur in quantità ridotta e gestito dalla teanina, potrebbe rendere controproducente il consumo di tè verde nelle persone che soffrono di gravi disturbi d’ansia o tachicardia.

In questi casi è consigliata la scelta di un particolare tè verde, il Kukicha: una varietà giapponese di tè verde che contiene un ridottissimo contenuto di caffeina (circa la decima parte di un comune tè verde) ma che conserva inalterate tutte le altre sostanze e, quindi, proprietà benefiche.

The verde matcha

the matcha verde

Un’altra particolare versione di tè verde è il tè matcha: una polvere ottenuta macinando finemente le foglie della Camellia sinensis.

Prima della raccolta, le foglie vengono coperte per 20 giorni. Questo procedimento fa sì che la pianta sviluppi il massimo quantitativo di L-Teanina, che ne esalta le proprietà rilassanti.

Uno studio giapponese ha dimostrato, infatti, come il the matcha agisca positivamente sulla produzione di dopamina e serotonina.

Proprio in Giappone, il tè matcha è molto utilizzato come rimedio per facilitare il rilassamento, alleviare i disturbi d’ansia e migliorare le funzioni cognitive.

Le controindicazioni del the verde

Non esistono particolari controindicazioni al consumo di tè verde. Gli effetti benefici della bevanda raggiungono i massimi livelli con un consumo giornaliero di una quantità compresa tra i 300 e i 500 ml.

Quantità superiori e, in generale, l’abuso della bevanda possono tuttavia inficiare gli effetti benefici del tè verde su ansia e stress e, al contrario, favorirne la comparsa, unitamente a insonnia, nervosismo, disturbi gastrointestinali ed epatici.

Un consumo eccessivo, inoltre, potrebbe causare delle alterazioni delle funzioni tiroidee, proprio perché il tè verde agisce da stimolante sulla tiroide.

Tè verde: come e quando berlo

Il tè verde può essere bevuto tutti i giorni in ogni momento della giornata, dalla colazione fino al pomeriggio.

Tuttavia, è meglio evitare di berlo nel tardo pomeriggio o la sera: l’effetto stimolante della caffeina (per alcuni tipi di tè verde) può provocare agitazione e intaccare la qualità del sonno, causando, nei casi peggiori, insonnia.

tè verde anti ansia rilassante

I polifenoli contenuti nel tè verde possono limitare l’assimilazione del ferro, per questo motivo è sconsigliato il consumo di tè verde durante i pasti, in particolar modo per le persone anemiche.

Metodi di assunzione del tè verde

Il tè verde può essere consumato in forma della classica bevanda, ma è disponibile sul mercato anche come integratore in compresse.

Per ottenere i massimi benefici del tè verde per l’ansia è necessario lasciare le foglie in infusione per un tempo breve, tra 1,5 e 2 minuti.

Nella preparazione è importante tenere in considerazione anche la temperatura dell’acqua, per non alterare i principi attivi del tè verde e vanificarne gli effetti benefici. In particolare, l’acqua per l’infusione non deve mai bollire, ma va mantenuta qualche grado centigrado sotto questa soglia, indicativamente intorno agli 80 °C.

Da evitare l’aggiunta di latte, in quanto la caseina potrebbe avere effetto neutralizzante sui polifenoli, sostanze tra le più benefiche del tè verde.