L’insonnia è un disturbo del sonno per il quale la persona è incapace di dormire sebbene ve ne sia un concreto bisogno fisiologico. Può essere sintomo di particolari condizioni psicologiche quali stati ansiosi e depressivi.

L’insonnia provoca a sua volta delle conseguenze sull’organismo, in particolar modo su quella che è la sua funzionalità diurna. Alla mancanza di sonno notturno possono corrispondere, durante il giorno, sintomi come profonda stanchezza, irritabilità e perdita di interesse per le normali attività quotidiane. L’insonnia può avere conseguenze anche gravi sull’organismo umano, soprattutto nelle sue forme croniche. Può provocare un’alterazione del naturale ciclo del sonno, che a sua volta può essere difficilmente ripristinabile, oltre che disturbi sia sul piano fisico, sia quello mentale.

Con il termine insonnia si possono identificare allo stesso modo situazioni per le quali si hanno soltanto momenti di sonno che non durano per più di qualche minuto, tanto quanto la totale incapacità a dormire.